Telegram: molto più di un app di messaggistica!

Era il settembre del 2014 quando dopo l’acquisizione di Whatsapp da parte di Facebook, a causa dei dubbi degli utenti sulla possibile introduzione delle pubblicità e dei costi aggiuntivi, un’applicazione di messaggistica istantanea meno nota, ma altrettanto valida, muoveva i suoi primi passi. Sto parlando di Telegram, disponibile per tutti i sistemi operativi mobili più noti, quali Windows Phone, Android e iOS ed anche nelle versioni desktop per Windows, Mac e Linux.

Storia di Telegram

In realtà, Telegram è stato ideato e sviluppato nella sua prima versione nel 2013, quando Pavel Durov insieme a suo fratello Nikolai decisero di avventurarsi in questo mondo basandosi anche sulle esperienze acquisite nella realizzazione dal social network VK, sempre di loro creazione. Farsi strada in questa realtà non era facile data la varietà di offerte simili sul mercato come Viber, Line e simili. Ma una solida struttura, senza grandi fronzoli e ben funzionante, ha attratto con il tempo sempre più persone. Infatti, è notizia di qualche giorno fa, annunciata dallo stesso Pavel Durov al Mobile Word Congress, che Telegram ha raggiunto l’importante obiettivo dei 100 milioni di utenti attivi su base mensile, i 15 miliardi di messaggi scambiati quotidianamente (dati che si sommano per tutte le 200 nazioni in cui è disponibile l’applicazione) e 350 mila nuovi iscritti al giorno. Numeri ancora lontani da quelli della sorella maggiore Whatsapp, ma sicuramente sufficienti per dare un segnale importante.

Cos’è e cosa offre Telegram

Telegram, come accennato sopra, è un app di messaggistica istantanea, il suo punto di forza sta nella valorizzazione di una grafica pulita e nella stabilità dei server che ne gestiscono l’host. Gli aggiornamenti sono frequenti ed i bug rari. Insomma, è un’applicazione che soddisfa a pieno tutte le promesse. Molto simpatica l’introduzione dei bot che vi permetteranno di fare praticamente qualsiasi cosa: scaricare pacchetti di sticker (da aggiungere alle classiche emoticons), ricercare video su youtube, conoscere le previsioni del tempo, ricercare gif, immagini e persino tirare un dado! Ben sviluppata e funzionale è anche la sua versione desktop disponibile anche portable. I download dell’applicazione per le sue diverse piattaforme sono raggiungibili direttamente da questo link.

Telegram nella sua versione desktop
Telegram nella sua versione Desktop.

Differenze tra Whatsapp e Telegram

Tra le due applicazioni di messaggistica istantanea ci sono diversi punti di incontro ed alcuni punti per cui Telegram può essere meglio di Whatsapp e viceversa.

  • Su Telegram non è possibile effettuare chiamate in voip.
  • A differenza di Whatsapp, Telegram è utilizzabile anche su iPad (tutte le versioni).
  • Telegram mette a disposizione bot che rendono l’applicazione simile a un motore di ricerca oltre a fornire gif, immagini e sticker con le quali abbellire graficamente le proprie conversazioni.
  • Telegram utilizza un algoritmo di compressione delle immagini e dei video meno invasivo, infatti i vostri media non perderanno di qualità una volta inviati ad altri utenti.
  • Su Telegram è possibile ricercare contatti conoscendo il nome dell’utente che si vuole contattare anche senza sapere il numero di cellulare dell’iscritto.

Approfondimento sui bot di Telegram

In questo paragrafo approfondirò la sezione bot di Telegram elencando quelli che a mio parere sono i migliori (cliccando sul nome del bot da smartphone potrete aggiungerli direttamente ai vostri contatti):

  • @RateStickerBot: un must! Oltre alle classiche emoji vi consentirà di utilizzare una miriade di sticker per abbellire le vostre chat o più semplicemente esprimere le vostre emozioni in modo grafico. Premete sull’icona cerchiata in rosso nella foto e selezionate il numero di stelle con un tap. Per ogni click vi verrà restituito un pacchetto di sticker che potrete salvare ed aggiungere alla vostra libreria semplicemente tenendo premuto sull’immagine e selezionando aggiungi sticker.
Ricercare stickers su telegram
Ricercare stickers su Telegram.

immagine-trovare-sticker-telegram2

 

  • @ImageBot: scrivendo una parola chiave al bot otterrete in risposta un immagine inerente.
  • @AlertBot: scegliete un orario ed il bot vi avviserà con un reminder.
  • @ytbot: cercate video su youtube direttamente da Telegram.
  • @gif_bot: cercate gif partendo da una parola chiave.
  • @CreateMemeBot: partendo da un testo personalizzato generate un meme pronto all’uso!
  • @weatherbot: previsioni del tempo per moltissime città.
  • @dicebot: divertente soprattutto se inserito nei gruppi, permette di lanciare un dado.
  • @Translate_Bot: un toccasana per chi non è ferrato con le lingue! Vi permetterà di tradurre quello che volte e nei gruppi di ottenere una traduzione automatica.
  • @Unit_Converter_Bot: se volete convertire unità di lunghezza, area, volume (sia solidi che liquidi), pesi, temperature, energia, velocità ed anche valute.
  • @SudokuBot: giocate a Sudoku in tre livelli di difficoltà differenti.
  • @TriviaBot: molto divertente se inserito all’interno di un gruppo, vi permetterà di sfidare i vostri amici rispondendo alle domande proposte dal bot.
  • @botfather: se volete contribuire allo sviluppo della community questo bot vi guiderà passo dopo passo nella creazione di un vostro bot personale.
  • @stickers: vi guiderà passo dopo passo alla creazione di un vostro pacchetto di stickers personalizzato.

Insomma con Telegram ed i suoi bot è davvero possibile fare di tutto! Lascio decidere a voi quelli che fanno al caso vostro!

Conclusioni dell’autore su Telegram

Utilizzo personalmente Telegram da oltre un anno, mi trovo molto bene e non ho mai avuto problemi nell’inviare o ricevere messaggi. La differenza sostanziale sta nel numero di contatti che utilizzano la stessa piattaforma, che comunque sono in grande aumento. Lo spazio cache utilizzato dall’app per archiviare le chat, nonostante l’uso di numerosi stickers nelle conversazioni, è decisamente inferiore a quello utilizzato da Whatsapp o Line, per chi possiede uno smartphone con poca memoria libera potrebbe fare la differenza. Considero l’applicazione complementare a Whatsapp, entrambe meritano lo spazio occupato.

Giudizio finale: 9/10

Il canale ufficiale di Klayz su Telegram! Unisciti a noi!

 
8 Kudos
Non ti
muovere!

Condividi il Post

  • Antonio Distefano

    E’ inoltre possibile creare canali personalizzati e invitare chi si vuole, il mio per esempio è http://telegram.me/gamerhateyou cliccando sul link (da cellulare o da pc) vi unirete al mio canale.
    PS: per evitare di creare di nuovo confusione, sono GamerHateYou!!

    • Nancy

      Ciao! Ma sono già su Telegram?
      Sono Dangerousxy2!

      • In che senso? Hai installato il client e ti sei registrata? 🙂