I rasta o dread, come farli? (Rasta Dread)

immagine-capelli-rastaI rasta o dread, come farli? (Rasta Dread). Volete avere qualche informazione in più? Leggete questo articolo…

Esistono svariati modi e tecniche per fare i rasta, o meglio i Dread. E’ possibile farli su qualsiasi tipo di capello, dal riccio al liscio. L’importante, per ottenere il miglior risultato, è che siano sufficientemente lunghi  (solitamente sono sufficenti 15cm). La miglior tecnica in assoluto in quanto a pulizia e buona riuscita è l’uncinetto. A mio parere usare colle, cere o quant’altro, o farsi fare i dread da chi le usa,  è scongliato perchè danneggiano in modo inverosimile i capelli, il più delle volte recuparabili solo con la rasatura completa.

Come si fanno i Dread?

Al naturale: per noi è una cosa molto difficile, dato che il nostro capello (europeo) non è facile che si attrighi da solo in modo tale da ottenere dei dread . Però se  prendete tale decisione di farli crescere naturalmente  le cose da fare per favorirne la comparsa sono:

  • shampi aggressivi: aiutano a seccare e ad “increspare” il capello, perchè il sebo (detto gergalemente grasso) fa scivolare e rende difficile la pratica.
  • per quanto possibile, quando iniziano ad annodastarsi cercate di separare le ciocche.
  • aspettare che i dread inzino a formarsi.

Con l’uncinetto:  Si parte dalla nuca, in modo che i capelli sopra possono essere legati senza dare fastidio. Facciamo delle divise orizzontali, e  fatte quelle procediamo con piccole divise in verticale, ottenendo così dei quandratini. I quadrati possono essere di varia grandezza, a seconda di quanto volete spesso il dread. Possono variare da 5mm a 3cm, sta a voi decidere. Potreste decidere anche di fare le basi tonde, o di qualsiasi altra forma però sappiate che ciò potrebbe compromettere il lavoro rendendolo spreciso e non uniforme.

Facendo dei quandrati precisi e puliti equivale a non far attaccare fra di loro i dread quando ricrescono. Inizialmente la troppa precisione si noterà, ma dopo un paio di settimane scompariranno da sole.
Una volta fatte le divisioni, prendere la ciocca interessata e iniziate a sfregare i capelli fra le dita fino alla punta. Arrivati alla punta dividete la ciocca in due parti e apritele bene, portando così i nodi creati verso il centro. Ripetere l’operazione fino a quando i nodi non si sono ben formati al centro. Cerchiamo di racchiudere tutti i peletti sfregando con le mani per farli entrare dentro i nodi. Dopo di che riaprite la ciocca in due parti, portando i nodi sempre più verso la base. Riprendere i peletti con le mani e così via… fino a quando non si arriva alla base. Più si è veloci, meglio vengano. E’ importante riprendere tutti i peletti in modo che il lavoro risulti più pulito possibile, anche per lavorarci dopo con l’uncinetto. Ad alcune persone risulta abbastanza complicato questo tipo di metodo quindi, è consigliato anche contornare con un pettine a denti fitti tutta la ciocca sfregando sempre i nodi verso l’interno. L”unico svantaggio in questo modo è che l’uncinettatura durerà molto più a lungo.
A questo punto procuratevi un uncinetto di 0,55mm (in merceria) o 0,50mm. Altri tipi di misure sono completamente inutili poichè i nodi risultano più piccoli rispetto alle dimensioni dell’uncinetto.

Questa procedura invece è molto lenta, e richiede pazienza e tempo:

  • Prendete il dread (creato prima) tra il pollice e l’indice della mano che non usate abitualmente per scrivere o lavorare.
  • Stringere bene, e trapassate il dread con l’uncinetto e portare verso il suo interno tutti i peletti presi dall’uncino dalla parte esterna, non portarli mai fuori ma al centro altrimenti si rischia lo strappo. Per far uscire l’uncinetto basta rotearlo. Quindi, procedere uncinettando vari punti. Chiudete infine la punta mandandola verso l’interno del dread  fino a farla annodare con esso.
  • Quando si uncinetta le basi bisogna ricordarsi che prenderanno la forma a seconda della posizione che noi gli facciamo prendere. Quindi, meglio sarebbe rimanere più bassi possibili. E non uncinettarla troppo, altrimenti c’è il rischio che si tiri e renda molto doloroso il tutto.

Dopo di che i dread/rasta sono fatti.

Per maggiori informazioni (illustrate con immagini) e per il mantenimento del capello consultate questi due siti :

Dread – come fare i dreadlocks

Come farsi i Dread, storia e filosofia Rasta

 
0 Kudos
Non ti
muovere!

Condividi il Post