Come scegliere un Tema WordPress

immagine-come-scegliere-un-tema-per-wordpress scegliere un tema wordpress
Come fare per scegliere un tema WordPress? Quale scegliere? Come scegliere?

Vediamo in questo articolo come scegliere un Tema WordPress. In giro per il web sicuramente non c’è carenza di temi per WordPress. Ogni giorno ne viene rilasciato uno (gratuito o a pagamento). Temi ottimizzati per creare dei blog, temi per creare riviste, portfolio e molti altri ancora! Per farla breve, i temi di WordPress ormai sono molti e il numero continua a salire. Ora, la domanda sorge spontanea: come si sceglie un tema WordPress, in realtà?

Esistono dei fattori speciali o delle considerazioni che si dovrebbe tenere a mente, prima di scegliere? Specifiche delle quali bisogna sempre essere sicuri che siano presenti?

Naturalmente dipende molto dalle proprie esigenze. Ovviamente se si ha bisogno di un tema ottimizzato per la pubblicazione di video non sarà certo una buona idea scegliere un tema ottimizzato per una rock band. In ogni caso, quando si tratta di scegliere un tema WordPress, alcuni dei fattori da considerare rimangono gli stessi per tutti i temi. Vediamo quali sono.

1. Conoscere le proprie esigenze e il budget a disposizione

Questa naturalmente è la prima preoccupazione di chi deve scegeliere un nuovo tema per WordPress. È necessario essere consapevoli delle proprie esigenze e delle proprie necessità. Dobbiamo iniziare a capire la natura del sito che stiamo costruendo. Si tratta di un sito di video? Si tratta di un semplice blog? Ci saranno un sacco di immagini?

Quando si sceglie un tema c’è da tenere in considerazione anche il lato del design. Ad esempio, se il sito che dobbiamo fare è un sito incentrato su contenuti testuali allora potremo voler scegliere un tema minimale, invece che scegliere un tema con molte animazioni e modifiche all’aspetto. Se il sito è un sito aziendale che, oltre a vendere il prodotto, deve attirare l’attenzione dell’utente visitatore allora possiamo concentraci anche su temi che presentano più animazioni e modifiche al design.

Il budget, anch’esso molto importante. Prima di capire come scegliere un tema WordPress è necessario sapere se vogliamo investirci (quindi spenderci dei soldi) oppure se vogliamo tentare con un tema gratuito. Molti dicono che tutti i temi gratuiti sono pessimi, ma non è sempre vero. Un buon tema gratuito è quello che aderisce agli standard di codifica e viene regolarmente aggiornato, anche se magari non fornisce un supporto come quello fornito dagli sviluppatori di temi premium.

Una volta decise le proprie esigenze possiamo creare una lista dei possibili temi che ci piacciono e che ricoprono le nostre necessità.

2. Controllare la qualità e gli standard del codice

Un tema WordPress scritto male -a livello di codice- può portare ad effetti negativi: influire sulle prestazioni del sito web rallentandolo, intasare il database con spazzatura e / o esporre ad attacchi hacker. Detto ciò, quando si sceglie un tema, bisogna optare sempre per i temi che aderiscono ai più recenti standard di coding e che sono ottimizzati in modo intelligente.

Questo è più facile a dirsi che a farsi, non è vero? Non possiamo certo aprire ogni singolo file fornito nel pacchetto del tema e provare a leggerne il codice, direte voi!

Fortunatamente esistono due scorciatoie per evitare i temi mal fatti e mal codificati:

1) Cercare solo i temi che provengono da fornitori famosi con una storia di successi alle loro spalle. Un tema che ha avuto almeno qualche migliaio di download è sicuramente meglio di un tema che ha avuto due o tre download (magari in 5 anni dal suo rilascio).

2) Possiamo fare affidamento al plugin Theme Check che analizza il tema WordPress e offre un feedback sulla qualità del codice. Ecco cosa dice Theme Check per il tema TheMotion di ThemeIsle.com:

immagine-scegliere-un-tema-wordpress-esempio-theme-check-plugin

3. Testare il tema per vederne le prestazioni!

Ogni tema che si trova in giro ha un sito demo dove è possibile vederlo in funzione. Dobbiamo testare il tema per vedere la sua effettiva velocità.

Come testare la velocità di un tema? Semplice, esistono molti strumenti online gratuiti che ci permettono di farlo. I più famosi sono Pingdom Tools oppure GTMetrix. Aprite uno dei due tool a vostro piacimento, inserite il link del demo e inviate la richiesta. In pochi secondi avrete un risultato illustrato.

Vedi anche: I migliori siti e servizi per testare un sito web – Articoli di Klayz.

Se creeremo un sito aziendale di poche pagine oppure un semplice portfolio one-page possiamo testare solo la homepage e una pagina interna a propria scelta. Se invece avremo anche un blog, assicuriamoci di testare anche la pagina principale del blog e un singolo post. Se si sta costruendo un sito di e-commerce, naturalmente, testare anche una pagina prodotto.

4. Assicurarsi che il tema sia supportato e che ci siano regolari aggiornamenti

Se abbiamo scelto un tema premium o comunque a pagamento questo deve includere sempre un supporto professionale (anche se solo per qualche mese – come solitamente avviene). Il supporto può essere fornito tramite forum, e-mail o ticket online. Se abbiamo dei problemi con un tema che abbiamo pagato gli sviluppatori di quest’ultimo devono essere sempre in grado di guidarci e di aiutarci. Chiaro e semplice.

I temi gratuiti, tuttavia, sono una storia diversa. E’ ovvio e normale che gli sviluppatori non passino ore de ore ad offrire supporto per i loro temi gratuiti. Possiamo comunque vedere sui forum di WordPress.org (se il tema è stato rilasciato tramite wp.org) quanto lo sviluppatore è veloce a rispondere alle domande e alle richieste di supporto.

Ugualmente se si parla di aggiornamenti; i temi WordPress infatti devono essere regolarmente aggiornati. Nel corso del tempo devono essere applicate le nuove patch di sicurezza, i bug devono essere risolti, etc. Un tema che non viene aggiornato regolarmente non è un tema da scegliere, questo è sicuro.

Per controllare la frequenza di aggiornamento possiamo fare riferimento al changelog pubblicato dallo sviluppatore. Di solito guardando il changelog avremo una buona panoramica di come viene aggiornato e curato il tema.

5. Fare un elenco delle funzioni che si desidera avere

La lista delle caratteristiche e delle funzionalità che un tema WordPress può o deve offrire è una cosa sempre discutibile. Ovviamente, come detto poco fa, dipende dalle proprie esigenze.

Tuttavia, ci sono alcune caratteristiche che sono sempre un must! Ad esempio, un tema WordPress ad oggi deve essere reattivo e mobile-friendly (nel 2016/2017 gli utenti che si connettono da mobile sono quasi alla pari con quelli che si connettono da desktop). Se il tema non è responsive il vostro sito sicuramente ne soffrirà.

Un’altra cosa: capacità di personalizzazione di base (preferibilmente attraverso il WordPress Customizer). Volete essere in grado di modificare almeno la home page e i colori, giusto?

Infine, è buona cosa pianificare se abbiamo bisogno di un piccolo sito -e quindi se possiamo scegliere un tema di nicchia-, oppure se abbiamo bisogno di un grande sito web -e quindi se possiamo e dobbiamo scegliere un tema multi-purpose-. I temi di nicchia, i temi specializzati, sono migliori per siti di piccole imprese (avvocati, piccole aziende, bar). I temi multi-purpose con molte funzionalità di solito invece sono migliori e più indicati per i grandi siti come gli shop online e così via.

Conclusione su come scegliere un Tema WordPress

Infine, vediamo un elenco su cosa NON-FARE quando si sceglie un tema:

  • Prendere un tema che non consente di personalizzare o modificare i file di codice. Non importa se si ha realmente la necessità di personalizzare o modificare il codice, fatto sta che dobbiamo comunque avere la libertà di poterlo fare.
  • Prendere un tema che offre di suo caratteristiche SEO e di sicurezza. Per quanto l’offerta possa essere allettante, conviene sempre optare per i plugin in questi casi. Quasi sempre svolgono un lavoro ampliamente migliore.
  • Prendere un tema che non è né reattivo né mobile-friendly.
  • Prendere un tema premium che non offre supporto dedicato.

Bene, con questo articolo abbiamo voluto presentarvi un breve elenco di consigli utili su come fare per scegliere un tema WordPress. Speriamo sia stato di vostro gradimento. Sentitevi liberi di commentare, se volete! Per aiuto con WordPress, non dimenticatevi di visitare il forum dedicato a WordPress sulla community di Klayz!

Articolo liberamente ispirato a How To Choose a WordPress Theme? 4 Things to Pay Attention To di ThemeIsle.com Blog, tradotto e riadattato da Klayz.com. Si ringrazia Daniel per i permessi di riproduzione e di traduzione.

 
5 Kudos
Non ti
muovere!

Condividi il Post